Yoga

Con il sostantivo maschile sanscrito Yoga (devanāgarī: योग, adattato anche in ioga) nella terminologia delle religioni originarie dell’India si indicano le pratiche ascetiche e meditative. Non specifico di alcuna particolare tradizione hindu, lo Yoga è stato principalmente inteso come mezzo di realizzazione e salvezza spirituale, quindi variamente interpretato e disciplinato a seconda della scuola.

Tale termine sanscrito, con significato analogo, viene utilizzato anche in ambito buddhista e giainista. Come termine collegato alle darśanayoga-darśana (dottrina dello yoga) rappresenta una delle sei darśana, ovvero uno dei “sistemi ortodossi della filosofia religiosa” hindu. In epoca molto più recente, si è cercato di diffondere lo Yoga anche nel mondo occidentale.

Una disciplina che può essere praticata da tutti e a tutte le età, perché adattabile alle possibilità di chiunque. Uno Yoga che su focalizza sulla sincronizzazione del respiro con in flusso continuo del movimento: nel passare da una posiziona all’altra, il corpo si muove armoniosamente sviluppando calore, resistenza, flessibilità, forza e concentrazione mentale.